VIRTUS ROMA
La squadra arancio blu, dopo l’auto-retrocessione in A2 voluta dal Presidente Toti, ha vissuto i primi mesi della stagione 2015/16 con particolari difficoltà, in campo e fuori. La squadra, affidata a Coach Saibene e totalmente nuova, ha infatti vissuto enormi difficoltà nell’adattarsi a questo campionato e nel trovare l’amalgama giusto per riuscire a vincere. Maresca e compagni, infatti, hanno perso le prime sei partite della stagione, che hanno destabilizzato l’ambiente e creato malumori sia tra i tifosi, che non hanno mancato di fischiare Dirigenza, Staff e giocatori, sia all’interno della squadra. Infatti a pochi giorni dal derby laziale del 23 ottobre in casa della NPC Rieti, Coach Saibene durante un allenamento ha redarguito pesantemente il giovane Leonzio con una manata all’altezza della spalla, e questo, sommato alle 5 sconfitte consecutive, gli è costato la panchina. Esonerato Saibene, dunque, Toti si è affidato ad Attilio Caja, vecchia conoscenza virtussina, che ha subito ridato smalto alla squadra, perdendo di un punto in casa di Agropoli, e riuscendo poi ad incanalare 5 vittorie consecutive battendo Reggio Calabria, Biella, Barcellona, Omegna e, soprattutto, superando con un netto +18 (68-50) la Mens Sana Siena in un match che solo due anni fa vide le due formazioni affrontarsi per contendersi lo scudetto. La cura Caja ha quindi dato i suoi frutti, anche se poi dopo la bella prestazione con Siena, che ha ricreato enorme entusiasmo in un Pala Tiziano quasi pieno, sono arrivati altri due pesanti stop: la sconfitta in terra siciliana contro Trapani e il derby laziale contro la Latina Basket, che ha espugnato Roma con il risultato di 86-79. Il 2015 però si è concluso con un’autentica ciliegina sulla torta, con la vittoria ottenuta in quel di Scafati contro la capolista Givova, battuta con il risultato di 80-70.

EUROBASKET ROMA
La formazione guidata da Davide Bonora chiude al primo posto nel girone C di serie B il suo 2015, grazie alle 12 vittorie ottenute in questa prima parte di campionato, con l’unica sconfitta rimediata contro Napoli, ora a pari merito a quota 24 ma con una partita in più già disputata. Casale e compagni hanno dimostrato in questi mesi di essere un’autentica corazzata, imponendosi quasi sempre con ampi scarti sulle avversarie e macinando punti su punti. L’Eurobasket insegue la qualificazione alla Coppa Italia che si deciderà però solo il 10 gennaio, in occasione dell’ultimo turno del girone d’andata contro la LUISS, che avrebbe dovuto disputarsi il 27 dicembre e che invece si recupererà nel 2016. Per la squadra del Presidente Bonamici sono tanti i giocatori a prendersi la scena, primi fra tutti Stanic e Righetti, entrambi con trascorsi importanti in categorie superiori, che mettono in mostra tutto il loro talento trascinando l’Eurobasket di partita in partita. Non sono da meno Dip, arrivato nel mercato estivo, Casale, Fanti, Romeo, Staffieri, tutti cresciuti nel settore giovanile dell’Eurobasket e ora grandi protagonisti in prima squadra. Il campionato è ancora lungo, ma Coach Bonora e il suo Staff hanno creato una macchina quasi perfetta che, fino alla fine, lotterà per la qualificazione alle Final Four, per tentare la storica promozione in A2, obiettivo palesato sin da quest’estate dalla società di via Avenali.

STELLA AZZURRA
Sempre giovanissimo il team di Coach D’Arcangeli che, però, quest’anno sta ottenendo risultati migliori rispetto alla passata stagione, visto che al giro di boa è già a quota 10 punti ed occupa un rassicurante 11° posto nel girone C della serie B. Ennesima formazione di talento per la società stellina, che ha in Da Campo (’97), Radonjic (’97), Guariglia (’97) e Trapani (’99), i suoi migliori elementi, supportati comunque da un roster che sta ben figurando e che vuole ottenere un’altra straordinaria salvezza nel terzo campionato nazionale. Tutti i giocatori a disposizione di Coach D’Arcangeli disputano comunque anche tutti i campionati giovanili, impegnati quindi a 360° con la Stella. Da ieri (27 dicembre) fino a domani molti dei ragazzi saranno inoltre protagonisti nel prestigioso Adidas NGT Roma che si sta disputando proprio all’Arena Altero Felici e che vede scende in campo i giovani delle migliori società europee, come Istanbul, CSKA Mosca, Virtus Bologna, Armani Milano, Belgrado, Reyer Venezia e Unicaja Malaga.

LUISS ROMA
Stagione più difficile della precedente per la formazione di Coach Paccariè che nelle prime 13 giornate di campionato ha ottenuto solo 4 vittorie, anche se molte delle sconfitte sono maturate solo nelle ultime frazioni dopo prestazioni comunque positive dei giovani universitari. Roster quasi totalmente rivoluzionato per la squadra luissina, che in estate ha visto partire i giocatori più esperti come Marzoli, Storchi e Kavaric, e che ora scende in campo con molti giovani alla prima esperienza in serie B. Il miglior giocatore è attualmente Leonardo Marcon (’95), che è stato convocato anche all’All-Star Game di serie B che si disputerà il 9 gennaio a Livorno, e che viaggia con ottime medie, seguito da Rambaldi e Chiatti, al primo anno in maglia biancoblu, e da Ramenghi e Capitan Faragalli (’95). La LUISS ha ottenuto le quattro vittorie contro dirette concorrenti per la salvezza come Isernia, Venafro, Fondi e poi contro Empoli. È attualmente reduce da 4 ko consecutivi, arrivati comunque contro formazioni di alta classifica come Palestrina, Palermo e Scauri, mentre molto pesante è stata la sconfitta nel derby contro la Stella, che si è imposta nettamente sugli universitari, apparsi nell’occasione totalmente diversi da quelli scesi in campo nelle settimane precedenti. Il 2015 degli studenti della LUISS è terminato con largo anticipo, con l’ultimo match disputato il 12 dicembre contro Scauri, e la formazione luissina tornerà in campo direttamente il 3 gennaio con il primo appuntamento dell’anno in casa della Cesarano Scafati Basket (reduce da 7 vittorie consecutive) e poi nel doppio appuntamento al PalaLUISS del 6 e del 10 gennaio rispettivamente contro Napoli ed Eurobasket, le prime due del girone.

LEAVE A REPLY